Logo Piero Viganego

 

Previdenza Sociale

Legge 6/2017, del 24 ottobre, di riforma urgente del lavoro autonomo.

La reforma vuole ridurre la pressione sui lavoratori autonomi che sono soggetti a una normativa che fin’ora non prendeva troppo in considerazione le difficoltà di finanziamento e gestione di questo tipo di operatori, che normalmente sono piccole aziende, ma che insieme contrattano alla maggior parte della popolazione attiva spagnola.

Per esempio, si riducono al 10% i ricarichi per versamenti fuori termine all’INPS spagnolo. Si tratta di una buona notizia anche perché questa riduzone del ricarico si applicherà anche al resto di aziende.

Per gli autonomi che inizino l’attività i contributi sociali si limiteranno a € 50 al mese nel primo anno, quando prima questo vantaggio si concedeva soltanto nei primi 6 mesi..

Si permette la deduzione delle spese di vitto e alloggio sempre che si pagano con mezzi elettronici di pagamento. Il limite di deducibilità di queste spese si adeguano al regime dei lavoratori  dipendenti (€ 26,67 al giorno se il costo si genera in Spagna o € 48,08 se si genera all’estero, importi che si duplicano nei casi in cui ci sia pernottamento).

Costo massimo contributi in Spagna 2017.

La base contributiva é stata incrementato come di consueto e si fissa in un massimale di € 3.751,20 (+non aumenta anche se gli stipendi superano tale somma). Il costo Azienda massimo di Previdenza Sociale é dunque in Spagna € 1.196 (31,9% sulla base massima).

Riduzione dei contributi sociali per riduzione degli infortuni sul lavoro.

Il Regio Decreto 231/2017, del 10 marzo, regola la creazione di un sistema di riduzione dei contributi sociali alle aziende che abbiano preso misure efficaci per la diminuzione degli infortuni sul lavoro. La riduzione si propone per aziende che presentino una percentuale di infortuni chiaramente inferiore a quella del loro settore, e si tratta di riduzioni comprese tra un 5% e un 10%, in base all'esistenza o il mancato investimento nella prevenzione dei rischi sul lavoro. 

Previdenza Sociale: contributi attraverso il Sistema Cret@.

Da gennaio 2015 è entrato in vigore un nuovo sistema di liquidazione dei contributi previdenziali denominato Sistema Cret@, in base al quale non saranno più le imprese a dover liquidare i contributi previdenziali, ma spetterà alla Previdenza Sociale comunicare la proposta di liquidazione, che l’impresa potrà confermare o introdurre le pertinenti modifiche.

Questo nuovo sistema obbligherà le imprese a mantenere perfettamente aggiornati i dati dei lavoratori.

Sarà la stessa Previdenza Sociale a contattare le imprese che dovranno entrare a far parte di questo nuovo sistema.