Logo Piero Viganego

 

Concorso di Creditori Volontario

SPAGNA - UNION TEMPORAL DE EMPRESAS (UTE)

Problematiche aggiunte nel caso di fallimento di società partecipanti.

In alcuni casi di fallimento di società partecipanti a una UTE spagnola si sono riscontrate delle irregolarità che creano danni diretti ai creditori della UTE. Possiamo riassumerle in due punti:

  1. Irregolarità degli amministratori/dirigenti delle società della UTE per il fatto di non contabilizzare, nei libri contabili principali, gli importi dovuti ai fornitori. Infatti, si inseriscono le fatture nella contabilità della UTE ma non si integrano nel Bilancio gli importi dovuti ai creditori provenienti dalla UTE. La negligenza si conferma dal fatto che, arrivato il fallimento, quando si comunicano ai curatori l’elenco dei creditori, non appaiono i creditori provenienti dalla UTE.
  1. Negligenza dei curatori nel considerare il passivo soltanto sulla base dell’elenco creditori consegnato dalla propria società, senza entrare a considerare l’esistenza nella contabilità ausiliare della UTE, degli importi dovuti ai creditori di quest’ultima.

La congiunzione di entrambe negligenze fa si che i curatori non spediscano ai creditori della UTE la comunicazione per l’insinuazione del credito. In questi casi, il creditore deve agire all’interno del fallimento e questo tipo di azione le può comportare un vantaggio per il fatto che il credito si considererà ultraprivilegiato.